La carta carburante è lo strumento di mobilità per semplificare la rendicontazione e risparmiare sui tuoi viaggi e spostamenti. Questo non solo perché con l’utilizzo di una carta carburante hai accesso a notevoli sconti sul rifornimento direttamente alla pompa, ma anche perché sono previsti una serie di vantaggi fiscali come la detrazione completa dell’IVA e una rendicontazione più rapida, intuitiva e semplice che fa risparmiare tempo. Un’agevolazione burocratica notevole.

Usare metodi di pagamento tracciabili e trasparenti come la carta carburante è obbligatorio dal 1° gennaio 2019, pertanto, l’utilizzo di una carta carburante è l’unico modo per godere di tutti i benefici previsti dal Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR). Il TUIR regolamenta la deducibilità dei costi relativi all’acquisto del carburante da parte di veicoli aziendali.

Come acquistare carburante e beneficiare dei vantaggi fiscali

Le aziende dispongono di molteplici strumenti da dare ai propri dipendenti per fare rifornimento ai veicoli della flotta aziendale. Queste soluzioni sono valide per il rifornimento sia di automobili che di veicoli commerciali.

Va fatto notare che se i dipendenti useranno la loro carta personale, non beneficeranno dei vantaggi quali la fatturazione elettronica, la detrazione dell’iva al 100% e sconti sul prezzo alla pompa.

Questi vantaggi saranno tali solo ed esclusivamente se si userà una forma di carta carburante (aziendale, o carta carburante che approfondiremo nel corso dell’articolo).

Ecco le tipologie di carta carburante aziendale:

 

  1. Carta di credito;
  2. Carta prepagata;
  3. Carta di debito
Carta carburante: riduci i costi di rifornimento

Acquistare carburante con la carta carburante aziendale

Il funzionamento di una carta carburante “di credito” è sostanzialmente uguale a quello di una carta di credito “normale”. La carta deve essere collegata ad un conto dell’azienda. I driver faranno rifornimento utilizzando questa carta e la fattura sarà addebitata per il mese successivo.

La carta è legata al conto dell’azienda, ma può essere comunque intestata ai dipendenti. In questo modo è possibile monitorare lo stile e le abitudini di guida, oltre che il consumo di carburante.

La carta di credito aziendale, tuttavia, può essere utilizzata per soddisfare tutta una serie di spese. Questo diventa sia un pregio (poiché la carta è sfruttabile per ogni acquisto) che uno svantaggio, soprattutto per chi gestisce la flotta aziendale: sarà necessario passare in rassegna ogni voce dell’estratto conto per trovare le sezioni relative alle transazioni effettuate per l’acquisto di carburante.  

Gli svantaggi per la carta di debito e la carta prepagata sono i medesimi della carta di credito: una carta spendibile ovunque, ma che perde la sua efficacia in fase di rendicontazione, poiché è necessario fare la tara delle transazioni inerenti al carburante nell’estratto conto.

La carta prepagata non è collegata al conto aziendale, tuttavia una volta che termina l’importo caricato, la carta esaurisce il suo utilizzo.

Il problema delle carte aziendali

Il fatto che sia la carta di credito che la carta di debito siano legate ad un conto aziendale è un fattore a svantaggio delle carte aziendali: Il datore di lavoro si fida di lasciare in mano ai propri dipendenti uno strumento collegato al conto bancario aziendale?

Certo, le carte possono essere bloccate qualora si noti un utilizzo improprio (o in caso di furto), ma se questa è una preoccupazione, si può considerare un’alternativa vantaggiosa a tutto tondo che risolverà tutti i problemi sopradescritti: la carta carburante.

La soluzione è una carta carburante

La carta carburante nasce per incontrare esigenze e bisogni di tutti coloro che utilizzano il proprio veicolo a scopo lavorativo e professionale: liberi professionisti con partita iva, aziende con flotte di veicoli, aziende di trasporti e tante altre figure e realtà.

Una soluzione ad hoc per l’acquisto di carburante e, in alcuni casi, l’integrazione dei costi accessori al viaggio come pedaggio autostradale, dogana e servizi di riparazione in caso di guasti e malfunzionamenti del veicolo. 

Questo snellisce notevolmente il processo di fatturazione e rendicontazione a fine mese, pur mantenendo i vantaggi della fatturazione elettronica e degli sconti sul carburante.

Carta carburante: riduci i costi di rifornimento

Carta carburante: praticità, vantaggi e tipologie

Ne esistono tanti tipi e di tanti brand. Sarà semplice e veloce trovare quella con le caratteristiche più adatte alle proprie esigenze di mobilità. Ecco le tre principali distinzioni:

 

  1. Monomarca;
  2. Multimarca;
  3. Universale

1. Carta carburante monomarca

La carta monomarca può essere utilizzata solamente nelle stazioni di rifornimento dello stesso gestore della carta. Questa è sia una limitazione che un vantaggio, poiché a fronte di una capillarità ridotta sul territorio nazionale si ha accesso a sconti superiori sul prezzo alla pompa. Tra i leader di mercato ci sono Q8 con Cartissima Q8 e IP con la nuova carta carburante IP Plus.

2. Carta carburante multimarca

La carta multimarca invece può essere utilizzata presso un ampio ventaglio di distributori convenzionati senza essere vincolati ad un brand specifico. La capillarità è sicuramente uno dei punti di forza di questa carta. Tra i gestori di punta che erogano questa soluzione troviamo la carta carburante UTA Edenred e DKV.

Entrambe vantano dei network di rifornimento superiore alle 8.500 stazioni e, oltre alla carta carburante “classica” garantiscono anche una carta per la ricarica dei veicoli elettrici. Esiste anche la carta carburante EDC, ideale per chi usa veicoli con alimentazione diesel.

3. Carta carburante universale

La carta universale è invece una tessera (o spesso un metodo di pagamento digitale tramite lo smartphone) che consente di pagare il carburante in pressochè qualsiasi stazione di rifornimento. Tra i migliori fornitori di questo servizio si trovano Soldo, con la carta carburante Soldo Drive e TBS, che mette a disposizione sia la carta carburante “classica” che il nuovo metodo di pagamento virtuale in cloud TBS Pays.